Proloco Conca della Campania (Caserta)

Home
Ostello
Contatti
 

Notizie > Consorzio delle ProLoco del Parco di Roccamonfina approvato lo Statuto.

Contestualmente indette le elezioni per la formazione del primo Consiglio Direttivo.

(Diego Di Salvo)

Sessa Aurunca 6 Marzo – Nel tardo pomeriggio presso la sede del Parco Regionale Roccamonfina Foce del Garigliano, i rappresentanti delle Pro Loco di Sessa Aurunca, Teano e Borghi, San Castrese, Tora e Piccilli, Conca della Campania, Mignano Montelungo 'Insieme per Mignano', Lauro di Sessa A. 'Locus Lauri' e Baia Domizia "Riviera" si sono riuniti per dar seguito alla fondazione del Consorzio delle Pro Loco del Parco di Roccamonfina con l'approvazione dello Statuto e l'indizione delle elezioni per il primo Consiglio Direttivo.
Prende forma, dunque, il progetto promosso dall'Ente Parco, con il personale e convinto intervento del Presidente Avv. Raffaele Aveta, che in esecuzione della propria missione di tutela, valorizzazione e promozione dei territori interessati, ha inteso realizzare un vero e proprio potenziamento strutturale attraverso l'istituzione di un nuovo grande interlocutore. Tra gli obiettivi, infatti, vi è quello di rendere più agevole il contatto fra enti ed istituzioni di raggio geografico crescente, per meglio servire agli scopi dei consociati e per l'attuazione di politiche di interesse ultracomunale. Nulla muta nei rapporti fra singole associazioni e Parco; nessun pericolo di annullamento delle individualità locali o di fagocitosi ad opera delle realtà più ampie (garante ne è lo Statuto); risultato sicuro il privilegio di poter sedere ai tavoli istituzionali con una capacità di 'contrattazione' ben diversa.
In tal fatta appare chiaro quale sia la motivazione di un allargamento del sodalizio anche ai comuni extra Parco. Un progetto di apertura al panorama nazionale ed internazionale del Roccamonfina nascerebbe monco senza il necessario coinvolgimento di quelle aree che, proprio perché limitrofe, partecipano intimamente dei caratteri e delle problematiche del Parco. A questo va aggiunto che si parla di realtà che per la loro ricchezza (anche in termini di capacità e qualità ricettiva) e per il loro background si offrono come volano per la valorizzazione e lo sviluppo di un territorio che, a questo punto, comprende ampia parte del casertano. Amareggia, certo, la risoluta assenza della Pro Loco di Roccamonfina. Sulla stampa locale vengono addotte a motivazione della scelta: l'appartenenza ad altro consorzio (quello delle ProLoco dell'Alto Casertano) e la contrarietà all'estensione del nuovo sodalizio a comuni non compresi nel territorio del Parco. Non condividendo la posizione, proprio in virtù di quanto esposto, rimaniamo convinti della assoluta legittimità della sua assunzione. Quanto alla sbandierata impossibilità di una costituzione del Consorzio senza la partecipazione della Pro Loco di Roccamonfina, non appare chiaro se si tratti di dichiarazione del presidente Zarli ovvero di deduzione del giornalista... ad ogni modo il Consorzio esiste e sarà presente già i prossimi 24–25 Marzo (presso lo stand del Parco di Roccamonfina) a 'Parchi in Mostra', l'importantissima vetrina regionale alla fiera d'oltremare a Napoli.